warning icon
YOUR BROWSER IS OUT OF DATE!

This website uses the latest web technologies so it requires an up-to-date, fast browser!
Please try Firefox or Chrome!

CATEGORY ARCHIVES


U16-2016

Il tedesco Tim Mayer, ha vinto la 10a edizione dei Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy, terminati oggi sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle di Magnano con la classica “maratona” delle 36 buche finali caratterizzate da emozioni e ribaltamenti di fronte.
Il sedicenne rappresentante del Gc Francoforte (già vincitore in stagione di due importati prove giovanili in Germania, il Coca Cola Berlin Open Championship 2016 e il DGV-Deutsche Meisterschaften AK16), dominatore delle prime due giornate, ha assorbito il passaggio a vuoto del terzo round per chiudere in bellezza con lo score di 289 (71 71 76 71, -3) sigillando la vittoria con un bel birdie alla buca 18. Mayer, prima di esultare, ha atteso conferma dai compagni per poi abbracciarli ed aprirsi finalmente in un bel sorriso consapevole che il successo, gli regala oltre al Trofeo dedicato a Teodoro Soldati, anche la partecipazione ai prossimi Open d’Italia (da 3 milioni di euro di montepremi).
Secondo a sorpresa l’inglese Conor Gough con 291 (77 71 72 71, -1), l’unico con il vincitore a chiudere sotto par, che ha pagato a caro prezzo un pessimo primo giro.
La Germania, che si erà già imposta nel Trofeo delle Nazioni, ha proseguito il suo dominio piazzando al 3° posto con 293 (+1) altri due atleti: Florian Horder e David Li, che si era portato al comando alla fine del terzo giro, per poi crollare nelle ultime 18 buche chiuse in 78. In terza posizione a pari merito anche il piccolo austriaco Dominic Schneider.
Il migliore degli italiani alla fine è risultato il campione uscente e rappresentate del Royal Park Riccardo Leo (73 72 71 80, 296 +4), che dopo essere stato in contention per la vittoria fino alla fine del terzo giro (era 2° ad un colpo di Li), ha chiuso al 6° posto (a pari merito l’inlgese Hugo Kedzlie e lo svedese Ludving Eriksson) con un brutto finale round finale terminato in 80 (con 7 bogey, un doppio bogey e 2 birdie).
Tra gli azzurri buona prova di Gregorio Alibrandi (Olgiata) e Dylan De Prosperis (Parco di Roma), noni con lo score di 298 (+6). Da segnalare per Alibrandi il miglior punteggio dei campionati in compagnia di Li (69 nel terzo giro per entrambi). Positiva la prova del giocatore di casa Gregorio De Leo (Gc Biella) che malgrado qualche alto e basso si è piazzato 15° con 299 (+7). Più indietro al 20° posto con 302 (+10) Massimiliano Campigli (Gc Torino) e Andrea Romano (Olgiata).
Il colpo del torneo è stato quello del veronese Mario Zucal che ha imbucato un ferro 3 da oltre 200 metri al par 3 della buca 10. L’hole in one, la seconda nella storia dei campionati ha consentito a Mario di chiudere la giornata in perfetto par (73), ma non è stato sufficiente, causa l’85 (+12) del primo giro, per poter passare il taglio che era caduto a 153 (+ 7) lasciando in gara 41 atleti.
Nel Trofeo delle Nazioni si è imposta la Germania (Tim Mayer, David Li e Moritz Lammer) con 287 colpi (144 143, -5) davanti all’Italia (Massimiliano Campigli, Andrea Romano, Riccardo Leo) con 291 (146 145, -1). Al terzo posto con 294 (+2) il Sudafrica, quindi l’Inghilterra (296, +4), la Norvegia (298, +6) e la Svezia (301, +9).
A premiare i vincitori con il presidente del club Florindo Bozzo sono intervenuti il Vice Presidente federgolf Antonio Bozzi e la famiglia Soldati.
La manifestazione ha visto al via 144 le promesse del golf (sulle oltre 170 richieste) ripartite tra 85 atleti stranieri e 59 italiani. Mentre le nazioni rappresentate, con l’entrata nel tabellone all’ultimo momento del coreano Chanhee Kim (tesserato per il Castello di Tolcinasco), hanno raggiunto il numero record di 20: Italia, Sud Africa, Inghilterra, Irlanda, Germania, Finlandia, Svezia, Olanda, Svizzera, Norvegia, Belgio, Repubblica Ceca, Austria, Scozia, Estonia, Francia, Danimarca, Slovenia, Spagna e Corea del Sud.
Partner dell’evento è Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali.

Live scoring e Facebook. Anche quest’anno è stato operativo il “live scoring”. Gli interessati collegandosi al sito del G.C.Biella (www.golfclubbiella.it) hanno potuto seguire buca dopo buca la gara di tutti i partecipanti. Sulla pagina Facebook del Golf Club Biella Le Betulle e su https://www.facebook.com/GolfUnder16Biella/ sono presenti foto gallery e gli aggiornamenti di ciò che è accaduto durante il torneo.

Storia. I Campionati Internazionali Under 16, nati l’anno successivo agli Europei Amateur 2006 vinti a Le Betulle da Rory McIlroy (nell’occasione il nord-irlandese eguagliò con uno score di 65 il record del campo di Alfonso Angelini), fanno parte del calendario EGA (European golf association) e sono tra le principali e più apprezzate manifestazioni a livello giovanile europeo. Negli anni sono state 27 le nazioni rappresentate. Alla prima edizione degli Internazionali Matteo Manassero chiuse al 4° posto mentre nell’albo d’oro si segnalano i nomi degli azzurri Corrado De Stefani, Renato Paratore e Guido Migliozzi e Haydn Porteous (che lo scorso gennaio ha conquistato il suo primo titolo nello European Tour allo Joburg Open). Tra i giocatori passati da Biella ed ormai stabilmente protagonisti nei Tour professionistici troviamo l’irlandese Paul Dunne, lo svedese Marcus Kinhult, i sudafricani Zander Lombard e Brandon Stone (nel 2016 quattro top ten nello European Tour e il successo nel Bmw Sudafrican Open), il belga Thomas Pieters (2° ad Abu Dhabi a gennaio e già 3 titoli nello European Tour incluso il Made in Denmark 2016 appena terminato) e l’inglese Matthew Fitzpatrick (a giugno ha vinto il Nordea Master). Gli stessi Fitzpatrick e Pieters sono stati convocati per la prossima Ryder Cup.

Formula. Il tabellone comprenderà 144 posti suddivisi tra: 78 stranieri (in base all’handicap Ega, Congu, Usga o equivalente, con hcp massimo fissato a 5,4), 54 italiani (secondo l’ordine di merito nazionale) e 12 wild card. La formula di gioco prevede la disputa di 72 buche stroke-play con taglio dopo i primi due giri. I primi 40 della classifica più gli eventuali pari merito parteciperanno alle 36 buche finali che si disputeranno nella giornata conclusiva di giovedì. In palio oltre al titolo individuale ci sarà anche il Nations’Trophy (con team composti da 3 giocatori) che verrà assegnato alla fine della seconda giornata tenendo conto dei migliori 2 score su 3 di ogni giro.

Partner: Reply, multinazionale leader sui nuovi canali di comunicazione e i media digitali, rinnova il sostengo ai giovani talenti del Golf Internazionale Under16.

Trofeo Teodoro Soldati
La manifestazione è dedicata ed intitolata al campione uscente Teodoro Soldati, tragicamente scomparso nel luglio del 2015 lasciando un vuoto incolmabile in chi lo conosceva e ne apprezzava le straordinarie doti umane e l’incredibile talento. Teodoro era molto legato ai campionati avendoli giocati ben quattro volte, migliorando di anno in anno la sua prestazione sino a raggiungere il podio nel 2013 (3°) e il successo nel 2014 con una performance che lasciò pochissimo spazio agli avversari.

Golf Club Biella Le Betulle
Il Golf Club “Le Betulle”, situato ad una altitudine di 590 metri slm, è stato realizzato alla fine degli anni 50 sulla collina morenica della Serra (la più lunga d’Europa) in un ambiente naturale ideale per il golf. Il campo, un parkland a 18 buche, par 73, lungo mt. 6.427 (7.029 yards) è stato progettato dall’architetto inglese John Morrison nel 1956 ed è da molti anni nei primissimi posti di tutte le classifiche nazionali ed internazionali.
Negl’anni il Gc Biella ha ospitato diverse prestigiose competizioni nazionali ed internazionali: dai Campionati Europei femminili e maschili sino alla mitica Lancia D’Oro, che vide in campo negli anni 60/70 i big del golf mondiale guidati da Severiano Ballesteros e Flory Van Donck.

Reply
Reply [MTA, STAR: REY] è specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services. www.reply.eu

Maggiori Informazioni: www.federgolf.it
Contatti – Ufficio Stampa Reply -9th Italian International Championship

Golf Club Biella Reply
Roberto Lanza  – lanza.roby@libero.it – Tel. +39 015 679151
Roberta Giani –  r.giani@reply.eu – Tel. +39 02 535761

Biella, 31 agosto 2016


Parla tedesco la 10a edizione dei Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy, scattati ieri sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle di Magnano.
Alla fine della seconda giornata si conferma al comando il tedesco Tim Mayer, che ha bissato il 71 del primo giro, grazie ad un round perfetto senza bogey e con due birdie alle buche 7 e 11. Per Il sedicenne rappresentante del Gc Francoforte, reduce una decina di giorni fa dal successo nel Coca Cola Berlin Open Championship, un score totale di 142 (-4) con 2 colpi di vantaggio sul campione uscente Riccardo Leo (73 71, -2). La Germania grazie alle prove di David Lim, 3° con 146 (74 72, par) e Moritz Lammel (ieri 73, oggi 85) si aggiudica anche per la prima volta il Nations’Trophy.
In terza posizione risale anche l’austriaco Dominic Schneider (76 70, par) autore del miglior punteggio di giornata (70, -3 come l’inglese Kedzlie).
In rimonta il campione uscente Riccardo Leo che ha chiuso -2 di giornata con 1 bogey e 3 birdie e domani sarà in ultima partenza con Mayer. <>.
In una giornata che ha visto i giocatori azzurri in difficoltà sale in terza posizione il belga Alexandre Vandermoten con 146 (73 73, par).
Sicuramente in lotta per il titolo e per la conquista della wild card per l’Italian Open ci saranno anche il sudafricano Christo Lamprecht (75 72, +1), lo svedese Ludving Eriksson (73 74, +1) e il norvegese Erik Thomassen (74 73, +1) entrambi a 147. Ad un solo colpo con lo score di 148 (+2) gli inglesi Hugo Kedzlie e Conor Gough e la coppia sudafricana Wilco Nienaber e Martin Vorster.
Appena fuori dai primi dieci con 149 troviamo gli azzurri Andrea Romano (Olgiata), Dylan De Prosepris (Parco di Roma), Edoardo Tamburi (Bogogno) e il biellese Gregorio De Leo. Molto brillante nella prima giornata, terminata addirittura in seconda posizione ad un colpo dal leader Mayer con lo score di 71 (-2), il rappresentante del Gc Biella Le Betulle si è un po’ smarrito nel secondo round chiuso in 77 che lo allontana dal vertice della classifica, lasciandogli però ampie possibilità per rientrare tra i top ten: <>.
Partito tra i favoriti, grazie al successo in stagione nei Campionati Assoluti match-play, Massimiliano Campigli ha faticato a tenere il ritmo dei migliori chiudendo le prime 2 giornate con lo score di 150 (76 74, +4) e sarà ora obbligato a un recupero importante se vorrà risalire verso le posizioni di vertice: <>
“Shot of the day” per il veronese Mario Zucal che ha imbucato un ferro 3 da oltre 200 metri al par 3 della buca 10. L’hole in one, la seconda nella storia dei campionati ha consentito a Mario di chiudere la giornata in perfetto par (73), ma non è stato sufficiente, causa l’85 (+12) del primo giro, per poter proseguire il torneo:<< E' la mia prima hole in one in carriera, che dire, sono veramente felice, purtroppo ieri ho giocato male e non riuscito a passare il taglio>>.
Domani il gran finale vedrà in campo i migliori 41 classificati ((il taglio è caduto a 153, + 7) che si giocheranno il titolo su una maratona di 36 buche con partenze (dalle 7,40 il primo giro e dalle 12,30 il secondo) in base alla classifica (gli ultimi partiranno per primi e viceversa).
La manifestazione ha visto al via 144 le promesse del golf (sulle oltre 170 richieste) ripartite tra 85 atleti stranieri e 59 italiani. Mentre le nazioni rappresentate, con l’entrata nel tabellone all’ultimo momento del coreano Chanhee Kim (tesserato per il Castello di Tolcinasco), hanno raggiunto il numero record di 20: Italia, Sud Africa, Inghilterra, Irlanda, Germania, Finlandia, Svezia, Olanda, Svizzera, Norvegia, Belgio, Repubblica Ceca, Austria, Scozia, Estonia, Francia, Danimarca, Slovenia, Spagna e Corea del Sud.
A margine dell’evento da segnalare che nella prossima Ryder Cup ci saranno in campo ben due giocatori passati dalla manifestazione biellese: l’inglese Matthew Fitzpatrick entrato di diritto e il belga Thomas Pieters, che dopo il successo di domenica scorsa nel Made in Denmark 2016, ha ricevuto oggi una wild card dal capitano Darren Clarke.
L’ingresso al club (posizionato nel comune di Magnano sulla statale che collega Biella ad Ivrea) per tutta la durata della manifestazione sarà libero e gratuito.

Programma. Il programma di domani prevede una maratona di 36 buche con partenze (dalle 7,40 il primo giro e dalle 12,30 il secondo) in base alla classifica (gli ultimi partiranno per primi e viceversa).

Reply
Reply [MTA, STAR: REY] è specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services. www.reply.eu

Maggiori Informazioni: www.federgolf.it
Contatti – Ufficio Stampa Reply -9th Italian International Championship

Golf Club Biella Reply
Roberto Lanza  – lanza.roby@libero.it – Tel. +39 015 679151
Roberta Giani –  r.giani@reply.eu – Tel. +39 02 535761

Biella, 31 agosto 2016


Il tedesco Tim Mayer guida la classifica dopo il primo giro della 10a edizione dei Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy, scattati questa mattina sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle di Magnano e solo fortunatamente sfiorati dal maltempo.
Il sedicenne rappresentante del Gc Francoforte, reduce un paio di settimane fa dal successo nel Coca Cola Berlin Open Championship, ha chiuso con lo score di 71 (-2 con 4 birdie e 2 bogey), lasciandosi alle spalle ad un colpo (72, -1) un trio composto dal belga Jean De Wouters D’Oplinter e gli azzurri Edoardo Tamburi (Bogogno) e Gregorio De Leo (Gc Biella).
Molto positiva la prova di De Leo che ha chiuso il suo giro alla buca 9 (era partito dalla 10) con un birdie frutto di due colpi eccellenti, ricevendo gli applausi degli amici e soci assiepati dietro al green: <<Ho tirato un grandissimo drive di 300 metri a quel punto ero a circa 220 metri dal green e con un legno 3 ho piazzato la palla vicino alla bandiera – ha detto l’allievo del maestro Maurizio Guerisoli -, mi sono reso subito conto di aver fatto un bel colpo peccato poi aver sbagliato il putt per l’eagle. Purtroppo ho lasciato per strada qualche colpo sui green con 3 putt alla buca 8 e anche alla 17, ma va bene così, sono molto contento. Non ero agitato questa mattina e sono partito tranquillo, speravo di iniziare così. Domani partirò presto alle 7,40 ma non è un problema>>.
Al 5° posto con la carta in perfetto par (73) un gruppo di 10 giocatori tra cui il campione uscente Riccardo Leo (Royal Park) e i compagni di nazionale Dylan De Prosperis (Parco di Roma) e Andrea Romano (Olgiata). Con 73 anche Martin Vorster il migliore dei sudafricani.
Inizio difficile (+ 4 sulle prime 9 buche) e parziale recupero nel finale per un altro dei favoriti, il biellese Massimiliano Campigli (Gc Torino), che ha chiuso oltre il trentesimo posto con 76 (+3).
Domani, tenendo conto della classifica molto corta (in 8 colpi, dal – 2 al +6 ci sono 78 giocatori), è prevista grande battaglia per entrare tra i migliori 40 che giovedì si giocheranno il titolo e la wild card per il prossimo Open d’Italia (3 milioni di euro di montepremi).
Il programma del secondo giro prevede la disputa di 18 buche con partenze (dai tee delle buche 1 e 10) al mattino dalle ore 7,20 alle 9,26 e poi dalle 12,16 alle 14,22 con i migliori che saranno concentrati nella prima fascia oraria.
La manifestazione ha visto al via 144 le promesse del golf (sulle oltre 170 richieste) ripartite tra 85 atleti stranieri e 59 italiani. Mentre le nazioni rappresentate, con l’entrata nel tabellone all’ultimo momento del coreano Chanhee Kim (tesserato per il Castello di Tolcinasco), hanno raggiunto il numero record di 20: Italia, Sud Africa, Inghilterra, Irlanda, Germania, Finlandia, Svezia, Olanda, Svizzera, Norvegia, Belgio, Repubblica Ceca, Austria, Scozia, Estonia, Francia, Danimarca, Slovenia, Spagna e Corea del Sud.
A margine dell’evento da segnalare che nella prossima Ryder Cup ci saranno in campo ben due giocatori passati dalla manifestazione biellese: l’inglese Matthew Fitzpatrick entrato di diritto e il belga Thomas Pieters, che dopo il successo di domenica scorsa nel Made in Denmark 2016, ha ricevuto oggi una wild card dal capitano Darren Clarke.
L’ingresso al club (posizionato nel comune di Magnano sulla statale che collega Biella ad Ivrea) per tutta la durata della manifestazione sarà libero e gratuito.

Programma. Il programma delle prime due giornate di gara prevede la disputa di 18 buche con partenze (dal tee delle buche 1 e 10) al mattino dalle ore 7,20 alle 9,30 e poi dalle 12,30 alle 14,40. Giovedì gran finale con 18 buche al mattino e altre 18 subito dopo le ore 12.30

Reply
Reply [MTA, STAR: REY] è specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services. www.reply.eu

Maggiori Informazioni: www.federgolf.it
Contatti – Ufficio Stampa Reply -9th Italian International Championship

Golf Club Biella Reply
Roberto Lanza  – lanza.roby@libero.it – Tel. +39 015 679151
Roberta Giani –  r.giani@reply.eu – Tel. +39 02 535761

Biella, 29 agosto 2016


Tutto è pronto per la 10a edizione dei Reply Italian International Under 16 Championship Teodoro Soldati Trophy, che scatteranno domani mattina (conclusione giovedì) sul percorso del Golf Club Biella Le Betulle di Magnano e regaleranno al vincitore un prezioso invito per il prossimo Open d’Italia (3 milioni di euro di montepremi).
Il programma della prima giornata di gara prevede la disputa di 18 buche con partenze (dai tee delle buche 1 e 10) al mattino dalle ore 7,20 alle 9,26 e poi dalle 12,16 alle 14,22 con i migliori che domani saranno concentrati nella seconda fascia oraria intorno alle ore 13 (mercoledì poi si ripete con partenze invertite).
Intanto l’assegnazione delle wild card ha sancito l’esatto elenco dei partecipanti e confermato i numeri record dell’evento. Saranno 144 le promesse del golf (sulle oltre 170 richieste) al via della manifestazione, ripartiti tra 85 atleti stranieri e 59 italiani. Di questi, a certificare l’eccellente livello tecnico dei partecipanti, ci sono ben 60 giocatori con handicap pari o inferiore a 1. Mentre le nazioni rappresentate, con l’entrata nel tabellone all’ultimo momento del coreano Chanhee Kim (tesserato per il Castello di Tolcinasco), hanno raggiunto il numero record di 20: Italia, Sud Africa, Inghilterra, Irlanda, Germania, Finlandia, Svezia, Olanda, Svizzera, Norvegia, Belgio, Repubblica Ceca, Austria, Scozia, Estonia, Francia, Danimarca, Slovenia, Spagna e Corea del Sud.
I Reply Italian International Under 16 Championship si confermano una manifestazione sempre più internazionale che si è costruita negli anni una solida tradizione di scopritrice di nuovi talenti e vedrà in azione alcune delle migliori promesse del golf europeo e mondiale che scenderanno in campo con l’obiettivo di emulare le gesta di chi è passato da questa gara per poi spiccare il volo nei tour professionistici, come Matteo Manassero, Haydn Porteous, Matthew Fitzpatrick, Brandon Stone e il belga Thomas Pieters che nel recente torneo Olimpico di Rio ha sfiorato la medaglia di bronzo chiudendo al 4° posto e ieri si è aggiudicato il Made in Denmark 2016, suo terzo titolo dell’European Tour.
Il lotto dei favoriti, oltre al team sudafricano composto da Jayden Schaper, Christo Lamprecht, Wilco Nienaber e Martin Vorster, vede gli inglesi Robin Williams e James Cooper, i tedeschi Tim Mayer e David Li, gli svedesi William Dahlstrom e Gustav Andersson, l’Irlandese John Brady, il finlandese Oscar Darlington e l’olandese Timo Thans. Molto competitiva la nazionale azzurra che si presenta con i migliori giocatori di categoria tra cui il campione uscente Riccardo Leo (Royal Park), che proverà a calare un bis finora mai riuscito a nessuno, il campione nazionale Cadetti Kevin Latchayya (Mia Golf), Andrea Romano (Olgiata), Alfredo Bianchin (Asolo) e il biellese (campione italiano assoluto match-play) Massimiliano Campigli (Gc Torino) che si presenta con il n° 1 dell’ordine di merito. Tra gli italiani da segnalare anche la presenza dei rappresentanti del Gc Biella Le Betulle Gregorio De Leo e Giovanni Togni.
Il sedicenne Campigli, che ha mosso i primi passi golfistici proprio a Le Betulle, è alla terza partecipazione agli Internazionali (30° nel 2014 e 17° lo scorso anno) e parte con le giuste ambizioni: <<Sono convinto che non ci siano vantaggi particolari nel conoscere il percorso de Le Betulle perchè resta comunque un percorso difficile – spiega Massimiliano -. Ma credo di avere le capacità per poter vincere, potranno essere determinanti il primo e il secondo giro, diciamo che per prima cosa devo pensare a passare il taglio a quel punto posso giocarmela, ovvio che l’idea di aggiudicarmi una wild card per l’Open d’Italia è una che mi alletta, sarebbe una grande esperienza alla mia età. Condizione? Arrivo da un periodo dove sto giocando bene, in questo ultimo mese mi sono allenato seguito dal maestro Sergio Bertaina, gli Internazionali saranno anche un riscontro del lavoro svolto>>.
L’ingresso al club (posizionato nel comune di Magnano sulla statale che collega Biella ad Ivrea) per tutta la durata della manifestazione sarà libero e gratuito.

Programma. Il programma delle prime due giornate di gara prevede la disputa di 18 buche con partenze (dal tee delle buche 1 e 10) al mattino dalle ore 7,20 alle 9,30 e poi dalle 12,30 alle 14,40. Giovedì gran finale con 18 buche al mattino e altre 18 subito dopo le ore 12.

Reply
Reply [MTA, STAR: REY] è specializzata nella progettazione e nell’implementazione di soluzioni basate sui nuovi canali di comunicazione e media digitali. Costituita da un modello a rete di aziende altamente specializzate, Reply affianca i principali gruppi industriali europei appartenenti ai settori Telco & Media, Industria e Servizi, Banche e Assicurazioni e Pubblica Amministrazione nella definizione e nello sviluppo di modelli di business abilitati dai nuovi paradigmi del Big Data, Cloud Computing, Digital Media e Internet degli Oggetti. I servizi di Reply includono: Consulenza, System Integration e Digital Services. www.reply.eu

Maggiori Informazioni: www.federgolf.it
Contatti – Ufficio Stampa Reply -9th Italian International Championship

Golf Club Biella Reply
Roberto Lanza  – lanza.roby@libero.it – Tel. +39 015 679151
Roberta Giani –  r.giani@reply.eu – Tel. +39 02 535761

Biella, 29 agosto 2016


- PAGE 1 OF 2 -
loading
×